Carla, il matrimonio e il desiderio sfuggente

Il fastidiosissimo, ma incredibilmente utile, sensore alla porta dello studio suona e mi avverte. La prima volta quando si apre e anche la seconda se il paziente tentenna un po’ prima di entrare e lasciarla chiudere alle sue spalle. Ascolto dalla mia porta dischiusa dell’ambulatorio, passi leggeri e il frusciare di una giacca a vento,…